search instagram arrow-down
Giuseppe Landolfi Petrone

Archivio

Il sito è dedicato a esplorare la diffusione degli scritti di Kant in Italia nell'Ottocento, con particolare riferimento alle traduzioni.

Tag

Alfonso Testa Antonio Poloni Antonio Rosmini antropologia appunti di lavoro Augusto Eckerlin Benedetto Croce Bertrando Spaventa commentari Critica del giudizio Critica della ragione pura criticismo Diritto Eclettismo Estetica Francesco Trinchera Geografia Geografia fisica Giovanni Gentile Giovanni Silvestri Giuseppe Lombardo-Radice Hufeland Il volto dell'idolo Istituto Italiano per gli Studi Filosofici Kant Kant in Italia lessico kantiano letture Letture Logica Manuale di geografia fisica materiali Mellin Milano morale Napoli Nuova Enciclopedia Popolare Ottavio Colecchi Pasquale Galluppi pedagogia personaggi Poligrafo politica Positivismo temi testi traduzioni Victor Cousin Vincenzo Mantovani

Inaugurato il sito “kantiana”

Si è aperto oggi al pubblico il sito di Kantiana, piattaforma del progetto avviato nel lontano 1996 nell’ambito delle attività del Laboratorio di Documentazione Scientifica e Filosofica dell’Università degli Studi di Cassino diretto da Pietro Corsi.

Logo del sito

Logo del sito

Oggi il progetto può prendere corpo grazie al finanziamento dell’Università della Valle d’Aosta e grazie al supporto “tecnico” della E-Text di Marco Calvo, che ringrazio per la collaborazione.

Il progetto Kantiana ha in programma di documentare e studiare alcuni fenomeni storici connessi alla circolazione del pensiero e dell’opera di Kant:

  • le traduzioni italiane dell’Ottocento (1807-1901), di cui vengono offerti in open source i testi (trascritti e in orginale) e studiati gli aspetti storico-filosofici e linguistici;
  • i dizionari kantiani risalenti al periodo 1786-1804, da cui è stato tratto un dizionario unificato che consentirà di effettuare ricerche lessicografiche sull’intero corpus;
  • i commentari dedicati alla filosofia critica e, in particolare, alle opere di Kant nel periodo 1770-1804 (anno della morte del filosofo) e che nel loro insieme costituiscono la prima commentaristica kantiana;
  • gli studi italiani su Kant dell’Ottocento, da Francesco Soave a Felice Tocco, che sembrano spesso seguire una strada diversa da quella intrapresa dai traduttori.

L’intento del progetto e del sito www.kantiana.it è quello di ampliare lo studio e la ricerca sulle traduzioni filosofiche e sulla formazione di una tradizione terminologica che lentamente si afferma e introduce, in lingua diversa dalla nativa, termini e concetti, espressioni e fraseologie che diventano patrimonio comune e, in certi casi, imprescindibile.

Al sito lavorano attualmente:

  • Laura Balbiani (curatrice della sezione Dizionario)
  • Giuseppe Landolfi Petrone (che ha ideato il progetto e che cura le sezioni Traduzioni, Commentari e Studi kantiani)
  • Margit Ruffing (curatrice della Bibliografia internazionale delle traduzioni di Kant).

La speranza è che il progetto possa interessare e raccogliere collaborazioni per le varie iniziative che si intende avviare o portare a termine.

Giuseppe Landolfi Petrone

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: